Mademoiselle: erotismo e inganno nel nuovo film di Park Chan-wook

Re-Movies

Di Corinne Vosa

mademoiselle 111

Il celebre regista coreano Park Chan-wook ( Old boy, Thirst, Lady Vendetta, Stoker) torna con un thriller erotico che con un estetismo ammaliante esalta la femminilità, deturpata da una viscida perversità maschile e in ricerca di un’agognata autonomia.

Nella Corea degli anni ’30, Sookee, una ragazza di umili origini, viene assunta come ancella della bellissima e malinconica ereditiera giapponese Hideko. Dietro questo incontro si cela però una rete di segreti e apparenze quasi inestricabile, nonché dei passati di sottomissione e solitudine disperata.

mademoiselle-1

Il film si conferma un trionfo di eleganza e grazia visiva, con ambientazioni ricercate e costumi incantevoli. L’armonia dei paesaggi naturali si intreccia alla cupezza degli interni gotici del castello, dimora di inquietanti fantasmi del passato. L’approccio fortemente estetico di Park rispecchia formalmente una parte fondamentale del contenuto:  l’ossessione e fascinazione per la bellezza si traduce in desiderio sfrenato per il proibito…

View original post 459 altre parole

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...