Andrej Rublev, di Andrej Tarkovskij (URSS/1966)

Re-Movies

Di Roberta Lamonica

“La nostra principale istanza riguardava il ruolo dell’artista nella società. Volevamo che lo spettatore lasciasse il film con l’idea che l’artista è la coscienza della società in qualità di suo organo più sensibile e più percettivo a ciò che accade intorno ad esso. Un grande artista è capace di fare capolavori perché è capace di vedere gli altri più chiaramente e di percepire il mondo con gioia o dolore straordinari. Per noi Rublev era un tale artista”.

(Andrej Tarkovskij)

locandina

PREMESSA

Finanziato da Mosfilm, il principale studio cinematografico sovietico, una versione ripetutamente rimaneggiata dell’Andrej Rublev venne presentata al Festival di Cannes del 1969.
Andrej Tarkovskij disse che l’idea del film fu essenzialmente del suo co-sceneggiatore Andrej Konchalovskij e dell’attore cinematografico Vasily Livanov. Alla fine, invece di Livanov Tarkovskij scelse Anatoly Solonitsyn per il ruolo del protagonista perché per lui, oltre alla somiglianza fisica, l’interprete di Rublev “doveva…

View original post 2.160 altre parole

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...